• racconti

    OGGI

    TIC TAC TIC TAC TIC TAC L’inesorabile scorrere del tempo non mi aiuta affatto.Mi faccio una violenza a levarmi il piumone di dosso. Il gelo nella stanza mi afferra immediatamente e coalizzato con quello del mio stomaco (sì: si può produrre freddo interiormente) provoca una paralisi istantanea ai produttori di serotonina (già scarsi e pigri). Così, agile come uno stoccafisso, passo da morta a seduta. Ed ecco qua: Quindi mi copro di vesti calde e comode e sono pronta. Pronta per fare che? TIC TAC tic tac – NOOO! – È di nuovo tardissimo. La mattina è andata (di nuovo). Scosto le tende. – NOOO! Oggi c’è perfino il sole!…

  • racconti

    VORREI MA NON POSSO: questioni di libertà?!

    È sabato mattina e mi sveglio col mal di testa. Tutta colpa del nuovo profumatore per ambienti al gusto cannella che ho comprato la scorsa settimana. Ha un odore particolarmente intenso, ma non ci posso fare niente: mi piace troppo. Forse perché mi ricorda le persone. Mi ricorda la mia vicina di casa nonché amica di giochi: avevamo 4 anni. Ricordo che trascorrevo interi pomeriggi da lei con sua madre che di là in cucina ci preparava french toast e noi a giocare nel salotto sempre pieno di caramelle, cioccolatini e chewing gum alla cannella che adoravo tanto. Mi ricorda i tempi dell’università, degli amici in Erasmus e in particolare…

  • racconti

    ZANZIBAR

    Tutto è cominciato con quel maledettissimo film d’amore. Non ricordo nemmeno il titolo, ma ricordo che era proprio una di quelle classiche storie in cui due si incontrano e l’universo intero decreta che loro due così lontani, diversi e ad un passo dal matrimonio con altre terze parti, sono destinati a stare insieme per tutta la loro vita. Insomma le storie dal finale banale e scontato del “vissero per sempre felici e contenti“, che mi hanno sempre fatto sorgere un unico dilemma: ma cosa accade veramente dopo la dichiarazione di amore eterno? La mia risposta, da qualche anno a questa parte, è che dovrei smettere di guardarli.In realtà quando vidi…